LEGGE SVILUPPO: ERRANI, IMBOCCATA STRADA SBAGLIATA NUCLEARE

"La mia opinione personale e' che con l'approvazione del disegno di legge sullo sviluppo e in materia di energia il Governo abbia imboccato una strada sbagliata, dando per scontata una scelta, quella del ritorno al nucleare, su cui pesa la possibilita' di un pericoloso passo indietro, in particolare sul versante ambientale, essendo irrisolto il problema dello smaltimento delle scorie radioattive, mentre sarebbe stato piu' opportuno aprire una fase di confronto sulla ricerca relativa al nucleare di nuova generazione. Ma al di la' delle mie convinzioni personali resta il fatto che si continua a procedere in modo unilaterale anche in un settore delicato, come quello dell'energia", lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani commentando l'approvazione definitiva da parte del Senato delle "disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonche' in materia di energia". "Il Governo ha annunciato poi, per il prossimo autunno, una 'conferenza energetica nazionale' in cui dovrebbero essere coinvolti anche le Regioni e gli Enti locali. E' il caso di ricordare che manca una seria programmazione e un piano energetico nazionale.

nucleare(AGI)