Approvato il bilancio comunale per l’esercizio finanziario 2009

volantino_jpegNella seduta di ieri è stato approvato il bilancio per l'esercizio finanziario 2009, che prevede un pareggio tra entrate ed uscite di 693 milioni e 161 mila euro, ed esitato anche il pluriennale 2007-2009 e la relazione previsionale e programmatica 2007-2009. Il documento finanziario elaborato dal ragioniere generale del Comune dott. Nando Coglitore e dal dirigente bilancio e programmazione, dott. Giovanni Di Leo, secondo le indicazioni dell'assessore Orazio Miloro, prevede i trasferimenti correnti della Regione siciliana per le finalità istituzionali, nella misura di quanto assegnato lo scorso anno, pari a 19 milioni 5439 mila e 639 euro per la parte corrente ed un milione 699 mila e 447 euro destinati a spese di investimento. Al bilancio è stata applicata una quota di avanzo di amministrazione presunto, per 5 milioni di euro, da utilizzare dopo l'approvazione del conto consuntivo 2008 per il finanziamento dell'Ato ME3 (4 milioni di euro) e per i servizi socio assistenziali per un milione di euro. Prevista poi una quota di avanzo di amministrazione vincolato di 474 mila e 163 euro, derivante da economie sui finanziamenti regionali, destinata per investimenti. Per la spesa sono state inserite le previsioni aggiornate per gli oneri di ammortamenti mutui e Boc; le somme per i fitti passivi e concessioni demaniali e i costi per il personale. Sono stati inoltre previsti per l'esercizio 2009, 16 milioni, 614 mila euro, per il pagamento di debiti fuori bilancio di parte corrente, finanziati con entrate derivanti da alienazione immobiliari (delibera della Giunta 245 del 13 marzo 2009). L'ammontare totale delle entrate è di 6934.1614.476,00 euro; l'incidenza delle entrate tributarie (69.180.402,00), sul totale delle entrate, è del 9,98 per cento; l'ammontare delle spese correnti è 270.545.020,00 con una sul totale di bilancio del 39,030 per cento; le spese in conto capitale (titolo II) ammontano a 228.725.348,00 euro.