Un viaggio da Terzo mondo sull’Intercity Roma – Palermo

Un gruppo di viaggiatori dell'Intercity 727 Roma Palermo ha presentato un esposto al posto Polfer di Villa San Giovanni, lamentando le condizioni di disagio che sostengono di avere subìto a causa di un guasto al climatizzatore di alcune carrozze e dell'eccessiva lunghezza del viaggio, protrattosi per venti ore."Un guasto al climatizzatore di due carrozze - sostengono i viaggiatori nell'esposto - ha causato forti disagi per i viaggiatori. Dopo avere sollecitato la situazione che si andava aggravando al controllore, rimasto indifferente al problema, abbiamo preso l'iniziativa di segnalare telefonicamente il problema alla Polfer. Il treno è rimasto fermo per tre ore in stazione. Nel frattempo, alcuni viaggiatori cardiopatici sono rimasti a Napoli; altri passeggeri, soprattutto vecchi e bambini, sono stati aiutati al trasporto dei bagagli e sistemati sulle carrozze in cui funzionava l'aria condizionata". in-treno"Arrivati mezz'ora dopo la mezzanotte a Villa S. Giovanni - sostengono ancora i viaggiatori - in stazione non c'era nessun addetto del servizio assistenza clienti di Trenitalia. Siamo stati aiutati, in sostituzione del centro assistenza di Trenitalia, dal posto Polfer di Villa San Giovanni. Partiti da Roma alle 11.29 del 17 luglio, siamo arrivati a Palermo alle 8 del 18 luglio 2009". "È stato - conclude l'esposto - un viaggio da Terzo mondo. In Italia esiste un servizio ferroviario di Serie A per il nord ed uno di Serie B per il sud. Dovrebbe intervenire il ministro dei Trasporti".