L’ambasciatore di Russia domani a Messina

di S.I.

Consegnerà al Comune tre quadri sul sisma del 1908 donati dalla base navale russa di Kronstadt: seguirà la cerimonia di posa d'una targa a Forte San Salvatore


L'Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Alexey Meshkov, con il console generale a Palermo, Mikail Kolombet, saranno a Messina domani, venerdì 24 luglio, per la consegna al sindaco Giuseppe Buzzanca, di tre quadri raffiguranti scene del terremoto del 1908, dipinti dal pittore Andrei Romasiukov di San Pietroburgo, che la Base navale della Marina militare russa di Kronstadt ha deciso di donare alla città di Messina.

I quadri, benedetti durante una cerimonia religiosa a Kronstadt nello scorso mese, alla presenza della Guardia della Marina e di rappresentanti del Consolato Generale d'Italia, sono stati acquistati dalla Baltijskaja Media Gruppa (Baltic Media Group) gruppo mediatico del Nord Est della Russia comprendente un canale televisivo, una radio, tre quotidiani ed un settimanale, i cui rappresentanti saranno presenti a Messina.

L'appuntamento rientra tra gli eventi commemorativi per il Centenario del sisma, e si svolgerà dopo la manifestazione del gennaio scorso, promossa dal Ministero della Difesa, ed organizzato dal Comando di Marisicilia, con la collaborazione dello Stato Maggiore della Marina e del Comune di Messina, svoltasi nello scenario dello Stretto di Messina, con navi delle Marine militari di Italia, Russia e Stati Uniti e con le rappresentanze diplomatiche di numerosi Paesi.

Il programma della manifestazione prevede domani, dalle ore 10 e 30, la consegna a palazzo Zanca dei dipinti, l'apertura di una mini mostra documentaria, collegata all'evento e quindi l'imbarco sulla nave dipartimentale di Marisicilia, Levanzo, per una uscita in mare con le autorità per il lancio di una corona d'alloro, in memoria delle vittime del Sisma del 1908. La nave al rientro ormeggerà alla banchina della Base del Distaccamento Marina ove, presente l'ammiraglio comandante Andrea Toscano ed il sindaco Buzzanca, sarà scoperta la Lapide che fu benedetta dall'arcivescovo, mons. Calogero La Piana, nel corso della cerimonia cerimonia militare del 28 gennaio scorso, cui partecipò l’incrociatore russo Moskva, ormeggiato alla banchina Marconi, e l’incrociatore statunitense USS Leyte Gulf con il pattugliatore Spica della Marina Militare Italiana.