Manifestazione di protesta dei lavoratori precari della CUB-trasporti

Si è svolta cub_trasporti_01presso la sede del consorzio Autostrade Siciliane di Messina una manifestazione di protesta dei lavoratori precari organizzati nella CUB-trasporti. Circa un  centinaio di persone ha presidiato gli uffici di contrada Scoppo,  durante il passaggio di consegne fra la presidente Patrizia Valenti e il nuovo commissario straordinario dell'ente, per protestare contro la mancata applicazione dell'intesa raggiunta fra il sindacato e la dirigenza uscente del consorzio a proposito della stabilizzazione dei precari, il cui lavoro da più di vent'anni rende possibile la gestione delle autostrade isolane. La CUB-trasporti denuncia la situazione insostenibile dei lavoratori attualmente in forza alle Autostrade Siciliane: blocco delle ferie, abuso degli straordinari, negazione anche delle pause fisiologiche durante i turni brevi e rammenta al commissario Munafò l'impegno, preso dalla dirigenza uscente , a far partire le assunzioni a tempo indeterminato dei precari a partire già dal marzo di quest'anno, lamentando l'assenza a tutt'oggi di qualunque segnale positivo da parte del C.A.S. regionale. L'ingegner Munafò ha riconosciuto le ragioni del sindacato, confermando -tra l'altro- le carenze d'organico, in misura di 238 unità, ma ha anche  giustificato la sospensione delle chiamate dei precari denunciando i mancati finanziamenti da parte della regione. Contributi che il presidente Raffaele Lombardo avrebbe dovuto attingere da quel miliardo e trecento milioni di euro di fondi Fas che però il governo Berlusconi ha vincolato alla ripresa dell'iter del Ponte sullo Stretto. Il coordinatore provinciale della CUB , Filippo Sutera, ricorda però che -in ogni caso- un migliore utilizzo dei ricavi derivati dal pagamento dei pedaggi consentirebbe al consorzio Autostrade siciliane di ripristinare quantomeno uno stato di normalità procedendo allo sblocco delle ferie e limitando il ricorso agli straordinari dei lavoratori di ruolo, in attesa che ci siano le condizioni per tener fede all'impegno preso con il sindacato circa le stabilizzazioni dei precari. In attesa della  promessa convocazione al tavolo in cui si discuterà di tutto questo i lavoratori della Cub -trasporti si sono dati appuntamento per il 28 luglio, giornata in cui presidieranno l'inaugurazione di un nuovo tratto della Catania Siracusa.

L'ADDETTO STAMPA TONINO CAFEO