Taormina: Ovazioni e un brillante pubblico per Roberto Bolle

di Letizia e Maria Teresa Prestigiacomo

bolleUn teatro colmo di fans, di ballerini di maestre di danza, di anziani, di bambini…Da sette anni ad ottanta anni…

Abbiamo assistito ad uno spettacolo che ha avuto il potere di radunare intere famiglie e tre-quattro generazioni, insieme, per lui, il valente, il successore di Nurejev che non ha avuto alcuna defaillance, sempre brillante e pieno di frizzino, tecnicamente perfetto nelle sue posture e splendidamente elegante.

Certo le lezioni di Bejart, ormai, sono ben assimilate, fanno ormai parte della danza classica, sono ormai Storia; si avvertivano nelle movenze secche e coreograficamente sofisticate, bejartianamente condotte da Bolle ed eseguite dai ballerini di un corpo di ballo d’eccezione: tutti i più valenti ballerini dei teatri dell’Opera che Bolle ha conosciuto ed ha invitato ad esibirsi in questa prima tappa del suo tour che nasceva proprio dal Teatro Antico, così come aveva desiderato ed aveva espresso al suo amico taorminese, Enrico Pastura.

Formatosi alla Scuola del teatro alla Scala di Milano, di cui è l’Etoile dal 2004, egli ha danzato in tutti i maggiori teatri del mondo e con le compagnie più prestigiose. Il primo giugno del 2002, ricordiamolo: ha danzato al Golden Jubilee della Regina Elisabetta, a Buckingam Palace, trasmesso, l’evento, in mondovisione. Anche Sua Santità, Giovanni Paolo II, l’ha voluto sul sagrato della Piazza San Pietro, a Roma per la Giornata della Gioventù. Dal 1999 è 'Ambasciatore di buona Volontà' dell’Unicef: un suo viaggio nel Sudan ha testimoniato la sua vicinanza alle popolazioni di quel paese.

Con Roberto Bolle, sono stati acclamati dal pubblico festoso: Sabrina Brazzo del Teatro Alla Scala di Milano, Arman Grigoryan dell’Opera di Zurigo, Beatrice Knop dello StaatsBallet di Berlino, Vahe Martirosyan dello Surcher Ballet di Zurigo. Ospite era Francesco Nappa e dall’Aja vi era la presenza della ballerina Natasa Novotna; ed ancora Dmitry Semionov dello StaatsBallet di Berlino. Partecipazione straordinaria di Mariacristina Paolini e di Simona Atzori, diversamente abile che ha dipinto con i piedi un ‘opera donata a Bolle da Franca Roberto e che ha regalato con la danza, al pubblico magiche emozioni. Il light Designer era Marco Filibeck.

Una lunga attesa finale, per gli autografi di Bolle, non ha lasciato i fans delusi: sotto una lunga scorta di una dozzina di Carabinieri, la stella della Scala è andata a posarsi nella magica cornice della terrazza dell’Hotel Timeo, per una magica cena sulla Baia di Naxos che non ha offerto, al ballerino, lo spettacolo del rosso del fuoco dell’Etna ma gli ha regalato intense emozioni, quelle che da tempo desiderava. Un gagliardetto della Round Table è stato offerto all’artista dal past president, dott. Enrico Pastura, a ricordo dell’evento.