Intimidazione a Buzzanca: la Cgil esprime solidarietà

La Cgil di Messina, in una nota, esprime solidarietà al sindaco Buzzanca per il grave atto intimidatorio di cui è stato oggetto e lancia l'allarme per la evidente ripresa delle attività legate alla criminalità organizzata.

"L'intimidazione al Sindaco Buzzanca è un segnale che non può essere sottovalutato e che deve ricevere come risposta la piena solidarietà della intera città e un forte rinvigorimento della lotta contro la criminalità organizzata e per la legalità. L'atto intimidatorio si aggiunge " con differenti caratteristiche ma medesimo rituale - alle recenti intimidazioni ad alcuni imprenditori del nostro territorio. Riteniamo sia necessario verificare se ciò avvenga  in un unico fenomeno di recrudescenza della attività della malavita organizzata nella nostra provincia. Disegno che potrebbe essere quello di determinare un rinnovato controllo sulle attività imprenditoriali e sulle decisioni delle amministrazioni pubbliche in relazione all'assetto urbanistico e produttivo del territorio ed in relazione a commesse e appalti. E' necessario accompagnare il costante impegno della magistratura e delle forza dell'ordine con lo stanziamento delle risorse umane, tecniche e finanziarie necessarie a contrastare la criminalità mafiosa, concentrando maggiormente su questo fenomeno anche l'attività di prevenzione. Le Amministrazioni pubbliche, le forze politiche e le organizzazioni sociali devono svolgere un'azione comune per affermare obiettivi, metodi e percorsi di trasparenza e di legalità, per la libertà dei siciliani, per lo sviluppo del territorio, per il futuro dei nostri figli"7,65P-2.