GEOPOLITICA DELL’ACQUA

L’acqua è un bene comune o un bene economico? Perché, pur essendo la risorsa più abbondante sul nostro pianeta, è sempre più scarsa? Qual è la relazione fra tale scarsità e sistema produttivo e stili di vita? Esiste una connessione fra la mancanza di accesso all’acqua potabile di circa un quarto della popolazione mondiale e il controllo delle fonti e dei servizi idrici da parte delle multinazionali? Quali sono le ragioni e gli effetti della privatizzazione? Quali le responsabilità dei governi? È un caso che i conflitti idrici aumentino in maniera esponenziale?  Il libro si propone di fornire spunti di riflessione a queste e altre domande, esplorando anche i luoghi della resistenza alla mercificazione dell’acqua.

Autrice

Margherita Ciervo

Carocci editore

Pagine: 144

Prezzo: 10,00