Il cardinal Bagnasco sulla moralità “Non si misura a maggioranza”

BagnascoLa moralità non si stabilisce con il consenso nè con i numeri di pretese maggioranze. Perché, spiega Angelo Bagnasco, cardinale arcivescovo di Genova e presidente della Cei, "sembra che il bene e il male dipendano dall'opinione pubblica, cioè da ciò che gli altri, rappresentati come maggioranza, pensano sui valori. Come se ciò che è morale e immorale dipendesse, in fondo, dai numeri". L'omelia, pronunciata in mattinata nella cattedrale di San Lorenzo a Genova per la festa del santo, riporta il pensiero alle dure prese di posizione della Cei sulle vicende private e pubbliche del premier Berlusconi.