Catania: 10 cani avvelenati al Porto

di S.I.

Sono almeno una decina i cani avvelenati da ignoti in questi giorni al Porto di Catania, un fenomeno che sta divenendo ricorrente e preoccupante, viste le dimensioni che sta assumendo.

Ancora ignoti gli autori del vile e criminale gesto effettuato contro degli esseri viventi già traditi da chi hanno amato ed ora uccisi per mano di veri (loro si) bastardi e morti tra le più atroci sofferenze, che il veleno purtroppo provoca.

Sempre più necessaria, in tutto il territorio regionale (e lo sosteniamo anche da queste pagine da sempre), nel quale questa piaga sta assumendo proporzioni non più controllabili, una seria prevenzione da parte delle Istituzioni preposte, nei confronti del randagismo e di chi abbandona, maltratta od uccide gli animali perché come recitava una frase del Mahatma Gandhi "La civiltà di un popolo e delle sue stesse istituzioni, il valore della stessa democrazia di una nazione, si vedono da come questo popolo e le sue istituzioni trattano i propri animali". E se dovessimo misurarla con questi parametri, non ne verrebbe certo fuori un segnale di grande salute ma solo un incontenibile senso di vergogna.