Diciassettenne muore folgorato stava lavorando in una piscina con il padre

La tragedia in una villa: il ragazzo ha preso in mano un cavo elettrico mentre tagliava una mattonella. Era uno studente ma durante l'estate dava una mano nella ditta di famiglia.

 

MESSINA - Un ragazzo di 17 anni, Giuseppe Caprino, è morto folgorato mentre lavorava all'esterno di una villa a Gaggi, in provincia di Messina. Il giovane aiutava il padre durante la stagione estiva, a conclusione dell'anno scolastico.

Mentre tagliava con una motosega una mattonella, l'ultima prima della pausa pranzo, ha preso in mano un cavo elettrico ed è rimasto folgorato. I carabinieri stanno indagando per accertare eventuali responsabilità nella tragedia e l'osservanza delle norme di sicurezza sui luoghi del lavoro. Il titolare della ditta è il padre della giovane vittima.

Tre le morti bianche nel messinese nel 2009 con due vittime in questo mese di agosto: sei giorni fa, a Torrenova, aveva perso la vita un 37enne, figlio del titolare di una fabbrica di marmi, rimasto schiacciato dal muletto mentre sollevava una lastra.

Tratto da www.repubblica.it del13 agosto 2009