Tennis femminile: la Pennetta non cessa più di stupirci. Battuta Venus Williams e top ten ad un passo

Una vittoria soltanto. E' quella che separa Flavia Pennetta da uno storico ingresso nelle top-ten. L'azzurra non si ferma piu'. Ieri infatti, negli ottavi di finale del 'Western & Southern Financial Group Women's Open' - torneo Wta di categoria 'Premier' dotato di un montepremi di 2 milioni di dollari, in corso sul cemento di Cincinnati (Ohio) - la 27enne brindisina, 14/a favorita del seeding e reduce dal trionfo di domenica a Los Angeles (l'ottavo titolo della carriera), ha sconfitto per 7-6 / 6-4, in un'ora e 42 minuti di gioco, Venus Williams, terza favorita del seeding e n. 3 del mondo.

Pennetta mai in difficolta' contro Venus: un unico piccolo passaggio a vuoto nel primo set quando, avanti 3-1, si e' fatta riagganciare sul 3 pari: poi nessun brivido particolare, agevolata anche da una giornata non felicissima della Williams. Ora nei confronti diretti l'azzurra e' in vantaggio per 4-3. ''Sto giocando bene e sono in fiducia - ha detto Flavia a caldo a fine match. Le top-ten? Entrarci sarebbe davvero un sogno!''. La numero uno azzurra fin qui non ha perso un set, avendo battuto facilmente all'esordio la qualificata giapponese Ayumi Morita e poi al secondo turno l'ungherese Agnes Szavay. L'azzurra e' in serie positiva da 14 match (dove ha lasciato per strada solo due set): ha conquistato i titoli di Palermo (terra) e Los Angeles (cemento), mentre l'ultima sconfitta risale alla semifinale di Bastad contro la danese Caroline Wozniacki. La brindisina, peraltro, nella top-ten virtualmente gia' lo e'. Al momento infatti, grazie ai quarti, l'azzurra ha gia' agganciato Ana Ivanovic (entrambe hanno superato la Petrova, uscita di scena al primo turno) al decimo posto: le due hanno gli stessi punti - 3.270 - ma, poiche' nel ranking Wta non e' contemplato l'ex aequo, la 21enne di Belgrado e' decima davanti all'azzurra (11/a) in virtu' dei migliori piazzamenti ottenuti nell'ultimo anno nei quattro tornei dello Slam, nei 'Premier Mandatory' e nei 'Premier 5'. Con l'11/a posizione la Pennetta eguaglierebbe il suo best ranking, raggiunto per la prima volta lo scorso febbraio: va ricordato che prima di lei sono state numero 11 della classifica mondiale Silvia Farina (20 maggio 2002) e Francesca Schiavone (30 gennaio 2006).

A questo punto la Pennetta, che sarebbe la prima azzurra della storia a riuscire nell'impresa di entrare nelle prime dieci, non resta che superare l'ultimo ostacolo verso la top ten e battere nei quarti la slovacca Daniela Hantuchova (la 26enne di Poprad ha vinto l'unico precedente disputato nei quarti a Filderstadt nel 2005), che ha eliminato Vera Zvonareva, e raggiungere la semifinale. Per l'azzurra l'entrata nella storia del tennis e' ormai ad un passo.

(Ansa, 14 agosto)