IL CONCERTO DI ROY PACI A MESSINA: IL ‘NO AL PONTE’ SUL PALCO DEL PACIFISTA RENATO ACCORINTI MANDA SU TUTTE LE FURIE IL COMMISSARIO DELLA FIERA D’AMORE

ENNESIMO EPISODIO CHE LA DICE LUNGA SUL MOMENTO DIFFICILE CHE VIVE ORMAI  DA TROPPO TEMPO QUESTA CITTA’. IERI SERA IN FIERA SI E’ SVOLTO UN PARTECIPATO E MOVIMENTATO CONCERTO DEL MUSICISTA E CANTANTE ROY PACI. CHE COME DA ORMAI UNA DECINA DI CONCERTI E DA DIVERSI ANNI E’ SOLITO, IN TERRA DI SICILIA, INVITARE SUL PALCO, PER DARE LA SUA TESTIMONIANZA DI COMBATTENTE PER I DIRITTI CIVILI, IL PACIFISTA MESSINESE RENATO ACCORINTI. ERA GIA’ SUCCESSO A LUGLIO DURANTE IL CONCERTO DI PACI A ROCCALUMERA. MA PARE CHE L’UNICO A NON SAPERLO FOSSE PROPRIO IL COMMISSARIO DELL’ENTE FIERA FABIO D’AMORE. CHE DOPO IL SENTITO E APPASSIONATO DISCORSO DI ACCORINTI SUL PALCO, CHE OLTRE A RIBADIRE IL SUO ‘NO AL PONTE’, HA VOLUTO INVITARE LA GENTE A PARTECIPARE ALLA VITA POLITICA, A NON DELEGARE NESSUNO, RIFLETTENDO SULLA BELLEZZA DELLA CITTA’ DELLO STRETTO, PIU’ VOLTE VIOLENTATA DA UNA CLASSE POLITICA CHE MOLTO SPESSO SI E’ TRASFORMATA IN UN COMITATO AFFARISTICO. UN BREVE DISCORSO. NIENTE DI OFFENSIVO O PROVOCATORIO. SOLTANTO CHE NELLA SCALETTA ‘UFFICIALE’ DEL CONCERTO NON ERA PREVISTO. IL COMMISSARIO D’AMORE, APPENA TERMINATO L’INTERVENTO DI ACCORINTI, HA VOLUTO DIRE LA SUA. ENTRATO ALL’INTERNO DEL CAMERINO, E ALL’OSCURO DI ROY PACI CHE CONTINUAVA IL SUO CONCERTO, HA AGGREDITO VERBALMENTE IL PACIFISTA, APOSTROFANDOLO CON PAROLE NON CONSONE AD UN RAPPRESENTANTE ISTITUZIONALE.

3827873815_d709b531da

www.enricodigiacomo.org