Autostrade Siciliane

La Cub Trasporti, congiuntamente alla Confederazione Unitaria di Base (CUB), il 24 luglio si è incontrata con l’ing. Manlio Munafò nel giorno del suo insediamento quale Commissario ad acta; in quella giornata i precari aderenti e simpatizzanti della Cub Trasporti di Messina svolgevano azione di protesta presso gli uffici di contrada Scoppo per contestare l’assurdo e ingiustificato    dilatarsi dei tempi riguardo l’assunzione a tempo indeterminato del personale precario, nonché l’incoerente ricorso  al lavoro supplementare e straordinario (programmato) per i lavoratori di ruolo, negando loro sia le ferie che i riposi fisiologici previsti nei turni ravvicinati (compromettendone  l’incolumità causa il mancato riposo inderogabile e obbligatorio previsto). La Cub Trasporti di Messina, e i lavoratori presenti, chiedevano un primo intervento del neo commissario sui temi gravi e urgenti, volto a sanare l’emergenza dei flussi autostradali e le esazioni dei pedaggi, dando soluzioni immediate nelle chiamate del personale ATE e bloccando le prestazioni straordinarie, assicurando la fruizione delle ferie nonché l’immediato ripristino dei riposi fisiologici interturno per i lavoratori di ruolo.

Soltanto il 13 agosto scorso a fronte della grave situazione sopra rappresentata, la giunta regionale ha sbloccato la spesa urgente dello stesso Consorzio Autostrade Siciliane anche se non nella entità necessaria a far fronte all’emergenza complessiva, poiché appunto, trattasi di provvedimenti che autorizzano il Cas al pagamento di quelle sole spese necessarie ad evitare che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all'Ente, nonché quelle spese che assumono rilevanza sotto il profilo dell'ordine pubblico e della sicurezza autostradale; questo fino all'approvazione del bilancio d'esercizio 2009 del Cas ed in ogni caso non oltre il 30 settembre 2009.

“Lo sblocco delle somme – precisa il Commissario ad acta Manlio Munafò, nonché dirigente generale del Dipartimento Lavori Pubblici e che regge il Cas fino all'insediamento del Commissario Straordinario – ci permette di dare nell’immediato il via libera all'impiego del personale Ate, ovvero gli stagionali che ogni anno garantiscono la continuità del servizio abbattendo le code ai caselli per i siciliani e permettono, al tempo stesso, la regolare fruizione delle ferie da parte del personale del Cas”.

La formula adottata però, cioè l’urgente ed indifferibile garanzia del pagamento degli stipendi e la parziale copertura della funzionalità dei caselli per evitare il crescere a dismisura delle code, non è rispondente alle aspettative dei precari chiamati a fare fronte all’esigenza del Cas, i quali verrebbero utilizzati solo per 45 giornate e non 90, tanto da compromettere (se non assunti a tempo indeterminato) i diritti previdenziali, come la disoccupazione, per non avere raggiunto il minimo delle 78 giornate.

Nel corso della riunione di giunta, inoltre, è stato nominato il commissario straordinario del Consorzio Autostrade Siciliane: si tratta dell’architetto Matteo Zapparrata il cui insediamento avverrebbe nei prossimi giorni.

La Cub Trasporti, che si è spesa e si sta spendendo per una completa soluzione dei problemi rilevati, ritiene questo primo intervento da parte dell’ing. Manlio Munafò un segnale, per quanto apprezzabile, non risolutivo, che quindi lascia la vertenza ancora aperta, fino a quando non verranno create le premesse – con il nuovo insediamento del commissario straordinario - per potere finalmente aggredire alla radice le fasi che portano al riconoscimento dei diritti negati ai precari, con soluzioni rapide e durature attraverso l’assunzione a tempo indeterminato che consentano di svuotare finalmente il bacino dell’ultra ventennale e ormai cronico precariato del C.A.S.

Concetta Piccolo Filippo Sutera

Piero Garozzo