73 eritrei morti in mare: aperta un’inchiesta. Perché nessuno li ha soccorsi? E’ caccia agli scafisti

La Procura di Agrigento apre un'inchiesta per accertare l'eventuale presenza di scafisti sulla barca in cui sarebbero morti 73 eritrei.

Cinque superstiti hanno raccontato l'odissea vissuta: 20 giorni di attesa in mare prima di essere salvati in mare. "Molte barche giravano al largo e ci schivavano: nessuno ci soccorreva."

Uno di loro e' gia' stato interrogato dalla polizia. Un testimone avrebbe confermato la presenza a bordo del barcone di scafisti che, pero',potrebbero essere morti durante il viaggio.

Nelle prossime ore verranno interrogati gli altri quattro superstiti.

(Fonte: Ansa, 21 agosto)