Via La Farina: proposte per renderla più vivibile e sicura

Il consigliere della Terza circoscrizione, Libero Gioveni, ha posto l’attenzione su alcune e semplici modifiche che potrebbero essere messe in atto per quanto riguarda la risoluzione del fenomeno della “doppia fila” e dei conseguenti incolonnamenti sulla via La Farina. 797264Rivolgendosi  all’assessore alla mobilità urbana Melino Capone, il consigliere ha infatti proposto di  modificare gli attuali parcheggi disposti longitudinalmente ai margini della carreggiata in dei più funzionali parcheggi a “spina di pesce”, provvedimento che produrrebbe senz’altro un doppio beneficio: l’impossibilità per gli automobilisti più indisciplinati di sostare in doppia fila a causa delle più ridotte dimensioni della carreggiata generate dalla nuova disposizione in diagonale dei parcheggi e l’esponenziale aumento di nuovi posti auto (almeno il doppio), ricavati per effetto, appunto, della nuova disposizione planimetrica degli stessi. Da non trascurare  i problemi causati dai pedoni indisciplinati alcuni dei quali infatti, “sfidano” praticamente le auto attraversando improvvisamente la strada, “sbucando” da qualsiasi punto non protetto dalle strisce. A tal proposito si potrebbe “copiare” un sistema già collaudato in diverse città; il Comune di Palermo, per esempio, in molte strade ha creato una sorta di percorso “obbligato” che dal marciapiede conduce direttamente alle strisce pedonali,basterebbe semplicemente recintare i margini dei marciapiedi con pannelli o dissuasori di sosta, lasciando degli spazi liberi d’uscita soltanto in corrispondenza delle strisce pedonali.