Dopo Sacconi, arriva Brunetta: sì ai salari differenziati

Sui contratti differenziati ''ha perfettamente ragione Sacconi'', premiare chi produce di piu' ''e' un po' come la vaccinazione''.

Lo sostiene il ministro Brunetta in due interviste a Giornale e Repubblica dove rilancia la sua proposta di federalismo contrattuale e rassicura sulla crisi.

Intanto il segretario della Cgil Epifani parla dei rinnovi contrattuali: ''Nonostante il no all'accordo, saremo responsabilmente seduti a tutti i tavoli''.

(Ansa, 25 agosto)