1 Settembre 2009

Flc Cgil: domani assemblea dei precari della scuola sui progetti regione/miur

sciopero-cgil_19210

Domani mattina, mercoledì 2 settembre, a partire dalle ore 11,  presso la sede della Camera del lavoro di via Peculio Frumentario, la FLC Cgil di Messina terrà un’assemblea di tutti i precari del comparto scuola nel corso della quale verranno fornite tutte le informazioni relative ai progetti di occupazione che la Regione Sicilia, dopo le pressioni del sindacato, sta avviando e che riguarderanno 1800 unità di personale, tra docenti e figure ATA .

L'assessore regionale alla pubblica istruzione e il ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca scientifica, dopo le forti proteste del mondo sindacale e della scuola, hanno siglato un accordo biennale per la realizzazione di interventi integrati finalizzati a garantire il successo scolastico con particolare attenzione a tutte le categorie a rischio di marginalità sociale. Si prevede l'assegnazione di una dotazione aggiuntiva di personale alle scuole che sarà utilizzato in attività progettuali rivolte agli alunni a rischio di marginalità sociale e per sostenere l'innalzamento della qualità dell'offerta formativa attraverso il miglioramento dell'insegnamento della matematica, delle scienze, della tecnologia e della capacità di lettura. Il personale docente e ATA coinvolto sarà complessivamente di circa 2000 unità di cui circa 700 personale di sostegno, circa 1000 docenti su posto comune e circa 300 personale ATA che saranno individuati  utilizzando le graduatorie ad esaurimento e permanenti e che abbiano prestato servizio nell'anno scolastico 2008/2009. L'intesa prevede il riconoscimento del servizio da parte del MIUR. L'accordo siglato tra la Regione siciliana e il MIUR, prima esperienza in tal senso, pur non risolvendo il problema del precariato, dà una risposta concreta ai diritti degli alunni diversamente abili, alle fasce a rischio dispersione scolastica, ai tanti lavoratori della scuola che non avranno la conferma dell'incarico per il prossimo anno scolastico e accoglie le proposte che la Flc Cgil siciliana aveva avanzato il 17 aprile 2009 al Governo Lombardo nel corso di una manifestazione regionale; sarà da valutare anche la sperimentalità di questo accordo innovativo che impegna direttamente la Regione con azioni complementari.

“Questo accordo- spiega Graziamaria Pistorino, segretaria generale della Flc Cgil di Messina- è la dimostrazione che l’impegno del sindacato e dei lavoratori porta risultati importanti. L’accordo Regione/Miur non risolve certo i problemi della scuola determinati dal combinato disposto della riforma Gelmini e dei tagli di Tremonti ma è una prima risposta sia per gli alunni che per i lavoratori”.