5 Settembre 2009

VENEZIA, SOSPESE LE PROIEZIONI DEL FILM ROMENO “FRANCESCA” DOPO LE QUERELE DELLA MUSSOLINI E DI FLAVIO TOSI

Tratto da: www.robertocorradi.it

VENEZIA - Sono state sospese le proiezioni del film romeno 'Francesca' che da oggi avrebbe dovuto essere immesso in circolazione nei cinema dopo essere stato presentato al Festival del Cinema di Venezia. La decisione è stata assunta dai responsabili del Circuito Cinema Comunali di Venezia "in presenza - indica una nota - di specifica azione legale di parte e su richiesta della casa di distribuzione Fandango". Contro il regista del film, Bobby Paunescu, nei giorni scorsi erano state annunciate querele da parte dell'on. Alessandra Mussolini e del sindaco di Verona Flavio Tosi chiamati in causa nei dialoghi della pellicola.

Non ha nessuna intenzione di fermare la querela contro il regista romeno Bobby Paunescu, autore del film 'Francesca' oggi sospeso dalla proiezioni pubbliche, il sindaco di Verona Flavio Tosi. "La notizia del blocco della pellicola - dice Tosi - mi lascia del tutto indifferente perché l'azione legale contro il regista proseguirà comunque in quanto prescinde dal contenuto del film ed è motivata dalle dichiarazione nei miei confronti che Paunescu ha reso alla stampa". Secondo il sindaco leghista "ogni casa di produzione o di distribuzione che si rispetti dovrebbe acquisire un parere legale prima di far proiettare un film con quei contenuti insolenti e quindi avrebbe potuto immaginare le conseguenze giudiziarie. Probabilmente - osserva ancora Tosi - questo era l'unico modo per far notare ai media questa pellicola fra le tante in concorso a Venezia. Di fatto si è parlato più degli insulti volgari che non dei contenuti e della qualità del film che evidentemente devono essere bassi come il livello delle ingiurie".

(ANSA)

ARTICOLO COLLEGATO: "Mostra Venezia , Nel film 'Francesca' insulti a politici italiani"