6 Settembre 2009

Messina: un workshop di danza Butoh

di S.I.

omomgove

La ballerina Sumako Koseki condurrà a Messina, presso i Magazzini del Sale di via del Santo n. 67, dall'8 al 14 settembre, dalle 16 alle 22, un workshop di danza Butoh

Sumako Koseki ha studiato danza butoh in Giappone sotto la guida di Isso Miura, interessandosi anche alla danza contemporanea influenzata dal teatro No e Kabuki. 

In Europa ha collaborato con Grotowsky e molti altri artisti (E. Barba, P. Léotard, Adrien P.).

Nel 1980 fonda la sua compagnia in Francia, compagnia che annovera diverse partecipazioni all’Avignon Dance Festival e che si è esibita in tutta l'Europa. A ‘La Comedie Francaise’ (National Theatre) Sumako ha collaborato alle coreografie e si è esibita sotto la direzione di registi come Znorko e Philipe Adrien. Il suo stile è caratterizzato da una contaminazione di butoh, teatro tradizionale giapponese e arti marziali.

Svolge una fervente attività di insegnate in workshop in tutta Europa.

Sumako Koseki è attirata dalla presenza magica del corpo svuotato di se stesso. Non è questa un'immagine esotica, ma il corpo di un ballerino dis-umanizzato che dimostra umanità, un corpo anonimo che parla a molti esseri. Sumako ha creato una tecnica che corrisponde a questo sentimento: passi illusori e uso di una mano che riflette persone vive, espressione determinata di un volto che scompare, libero dall'esperienza psicologica.

Per Sumako "prima di appartenere ad una cultura o ad una società bisogna mantenere la propria appartenenza alla terra". Nella pedagogia, sayokosviluppa le pratiche riguardanti il Ki (energia, soffio), Suriashi (camminate), lo studio dei differenti stati (emozioni, materie, animali) avendo come finalità del lavoro una danza liberata. E' una ricerca che, non coinvolgendo l’intelletto, si addentra in profondità nelle memorie inscritte sotto alla nostra pelle, nel nostro cervello rettile, che si anima con ricordi e archetipi codificati nel nostro DNA e che si riallacciano a una memoria collettiva. Un percorso che apre una nuova porta di fondamentale aiuto per chiunque impegnato in una ricerca artistica.

 La didattica del seminario seguirà i principi a grandi linee sopra esposti, con l’intento di fornire ai partecipanti strumenti necessari a integrare questa disciplina nella propria individuale ricerca artistica e personale. Il seminario avrà un costo individuale di 200 euro ed è rivolto principalmente a danzatori, attori o chiunque interessato a conoscere e sperimentare la tecnica del butoh.

 Per informazioni e iscrizioni:

0902924580
3395035152
naviganti@katamail.com

www.myspace.com/teatronaviganti

http://wskoseki.wordpress.com/