7 Settembre 2009

Beni tolti alla mafia: Roma segue Palermo

I patrimoni di provenienza illecita sequestrati e confiscati dai magistrati ai mafiosi vedono in testa Palermo con 14.973 beni. Segue Roma con 11.648 beni, poi Reggio Calabria con 5.248.

La graduatoria, diffusa da Asud'Europa si basa sulla relazione del ministero della Giustizia. Dei 3.888 beni confiscati, il 38% e' in Sicilia, seguono il Lazio (16%) e la Campania (13%). Il primato spetta anche in questo caso a Palermo con 946 beni sottratti. Seguono Roma con 590 e Milano con 374.

(Ansa, 7 settembre)