7 Settembre 2009

Tennis femminile, US Open: una straordinaria Pennetta vince e va ai quarti

epa07x14X_20090907

''E ora Serena Williams'': cosi' Flavia Pennetta ha accolto la sua vittoria contro Vera Zvonareva, che le ha spalancato le porte ai quarti di finale degli Us Open di tennis. Ora la brindisina, ultima italiana rimasta in gara, dovra' affrontare Serena Williams, ''ma va bene così. Serena e' una delle piu' grandi giocatrici al mondo, ma io devo pensare solo a giocare il mio miglior tennis, e restare concentrata''.

Francesca Schiavone, penultima italiana in gara agli Us Open di tennis, e' stata eliminata dal torneo di Flushing Meadows dalla cinese Na Li, testa di serie n. 18. La Schiavone ha perso in due set: 6-2, 6-3. Flavia Pennetta e' la prima tennista italiana a raggiungere la decima posizione del ranking mondiale, e davanti alla folla di New York che la acclamava ha voluto ringraziare per l'omaggio ricevuto dal pubblico newyorkese, tutto con lei: ''Con un pubblico così si puo' arrivare ovunque, questa sera la gente mi ha aiutata tanto'' ha ammesso, consapevole di essere stata a un millimetro dalla sconfitta. Ma ha trovato la forza nervosa di annullare ben sei match point. E - aggiudicandosi al tie break il secondo set 7-6 (8-6) - ha di fatto vinto la partita, perche' l'avversaria ha ceduto sul piano nervoso: ha cominciato a piangere, a prendere a pugni le sue ginocchia fasciate, a protestare con l'arbitro, e il risultato di tutto questo e' stato che ha perso il set per 6-0. ''Per me essere tra le prime dieci al mondo e' un sogno diventato realta' - ha detto Flavia Pennetta - ma so che devo e posso ancora migliorare. Per esempio devo migliorare il mio servizio, E abituarmi a stare sempre concentrata sull'obiettivo. A questi livelli tutto puo' cambiare molto in fretta''.

L'incontro con Serena Williams sarà martedì prossimo, non e' ancora stato fissato l'orario. Se dovesse vincere, per Flavia Pennetta sarebbe il suo miglior risultato di sempre a New York, dove non era mai andata oltre i quarti. Quest'anno, prima della partita-capolavoro con la Zverotova, non aveva concesso un solo set, superando nell'ordine la rumena Gallvits (6-0, 6-4), l'indiana Mirza (6-0, 6-0) e la canadese Wozniak (6-1, 6-1). (Ansa, 7 settembre)