8 Settembre 2009

Airbus si cambia: stop alle scatole nere, dati volo via sat

di Luana De Micco

427airbus550x367

Basta con le scatole nere che si perdono in fondo agli oceani o si danneggiano. I registratori di volo degli aerei sono stati messi in discussione oggi proprio da Airbus che rivela di stare lavorando già su sistemi alternativi di invio dei dati via satellite. E se ad aprire il dibattito è l'amministratore delegato del costruttore europeo, il tedesco Thomas Enders, è anche perché a tre mesi dal disastro del volo Rio de Janeiro-Parigi, precipitato in mare con 228 persone a bordo lo scorso primo giugno, le scatole nere restano introvabili. Parigi ci ha già investito 10 milioni di euro e Airbus è pronto a finanziare nuove ricerche. "Per migliorare il futuro della sicurezza del trasporto aereo, dobbiamo essere sicuri in caso di incidente di poter recuperare tutti i dati del volo", ha detto Enders. "Stiamo esaminando la possibilità di migliorare il sistema attuale - aggiunge - con un altro metodo di raccolta dei dati".

Il satellite potrebbe trasmettere cioé in tempo reale i dati più rilevanti come si fa già per le informazioni legate alla manutenzione. Il superamento delle scatole nere non si farà però da un giorno all'altro: la tecnologia via satellite, avverte Airbus, non è ancora abbastanza avanzata (c'é per esempio il problema di certe zone del globo terrestre, come i poli, che non sono coperte dal satellite). Ma la Francia, nella persona del segretario di stato ai Trasporti Dominique Bussereau, si è impegnata oggi a rilanciare tra qualche settimana il dibattito all'Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (Icao). E' d'accordo con Enders anche Pierre Jeanniot, uno degli ideatori delle scatole nere (entrate in funzione negli anni Sessanta) che ricorda - intervistato da Le Parisien - che gli aerei possono trasmettere fino a 1.000 parametri via satellite, comprese le immagini della cabina di pilotaggio. Per lui "non ci sono dubbi che le scatole nere sono ormai obsolete". Un problema sussiste, il costo: sostituirle implicherebbe, secondo lui, un investimento di circa 50.000 dollari per apparecchio. Ci sono poi i timori e le reticenze dei piloti che non sono disposti ad accettare un sistema come quello via satellite senza garanzie di sicurezza. "Non si può accettare che conversazioni tra piloti o video filmati nella cabina di pilotaggio finiscano su siti internet", ha riferito un sindacato di piloti Air France. (ANSA)