8 Settembre 2009

Istituto Ainis: protesta dei precari e rinvio di 24 ore per l’assegnazione cattedre a tempo determinato

24 ore di tempo. Questo quello che i precari della scuola che stamattina hanno protestato nella sede dell'Istituto AINIS di Messina dove si sarebbero dovute assegnare le cattedre a tempo determinato destinate, appunto ai docenti precari. Supportato dai colleghi di ruolo, i precari, hanno ottenuto una dilazione di 24 ore, "Che purtroppo non cambia la sostanza delle cose ma apprezziamo la solidarietà dei colleghi di ruolo che sono consapevoli di cosa sta accadendo- spiega Graziamaria Pistorino, segretaria generale della FLC CGIL di Messina e storica animatrice delle lotte contro la riforma Gelmini-. E questo è solo il primo anno di passione perché questi tagli, secondo le disposizioni della Riforma varata dal Governo, proseguiranno per tre annualità. Alla fine di questa cura della scuola pubblica italiana resterà ben poco". Secondo i calcoli della FLC CGIL nel triennio 2009/2011 a causa della riforma Gelmini verranno tagliati 20mila posti di lavoro tra docenti e personale ATA."E le varie proposte prodotte in questi giorni dai diversi livelli di governo sono evidentemente solo palliativi", aggiunge Pistorino.

Lunedì prossimo, 14 settembre , contro i tagli e in difesa della scuola pubblica, i sindacati hanno organizzato a Palermo una manifestazione regionale che partirà da piazza Marina alle ore 10 e si concluderà davanti alla Presidenza della Regione. Per Pistorino, "Il nostro obiettivo oggi è far cancellare i tagli per salvare la scuola pubblica italiana e i diritti di tutti gli studenti".