12 Settembre 2009

Messina, due docenti precarie iniziano lo sciopero della fame

Due insegnanti precari Letizia Sauta e Rosaria Marchetta hanno iniziato precari4ieri lo sciopero della fame davanti al Comune di Messina per protestare contro la legge Gelmini. Lo comunicano il segretario generale della Cgil di Messina, Lillo Oceano e la segretaria della Flc Cgil di Messina, Mariagrazia Pistorino. "Si tratta - ha spiegato Pistorino - di due insegnanti di sostegno che non hanno avuto un incarico. Sono disposte a dormire qui davanti al Comune tutta la notte e a continuare lo sciopero della fame ad oltranza. Si sentono esasperate anche perché Messina rispetto ad altre province siciliane è stata quella più danneggiata". "Le due docenti proseguiranno la loro lotta perché non si accontentano degli ammortizzatori sociali. La loro presenza e quella degli altri insegnanti di sostegno all'interno della scuola è preziosissima e non è vero quello che dice il ministro Gelmini che è stato mantenuto il tempo pieno. Basti pensare che solo nella provincia di Messina sono state rifiutati 1500 richieste per il tempo pieno per carenze di organico".

(Ansa)