12 Settembre 2009

Rotatoria Zaera

di Libero GIOVENI

A quasi 5 mesi (era il 17 aprile) dal giorno in cui il Sindaco inaugurò la nuova rotatoria Zaera, non si può non evidenziare il fatto che, così come è stata concepita, l’opera non potrà mai portare alcun beneficio alla viabilità cittadina!

Atteso che, di norma, la realizzazione di una rotatoria in un qualsiasi incrocio cittadino presuppone preliminarmente uno studio approfondito dei diversi flussi veicolari che giornalmente invadono lo stesso incrocio, non si può non prendere atto che, nonostante le esigenze di natura progettuale a cui si deve far riferimento nella costruzione delle rotatorie, il cordolo realizzato nella corsia mare-monte che funge da bivio fra la via Cesare Battisti e il proseguimento della stessa corsia mare-monte di viale Europa, è opportuno che venga eliminato!

  • A che serve, infatti, lasciare quell’inutile e dannoso spartitraffico quando praticamente nessun veicolo che proviene da valle di viale Europa si immette nella corsia che proietta verso la via Cesare Battisti? (proprio questo è un esempio pratico di quanto sia fondamentale studiare l’andamento dei flussi veicolari negli incroci in cui si intende costruire le rotatorie).
  • Perché, quindi, ci si intestardisce a far “collassare” un’arteria invasa dai TIR senza apporre i giusti correttivi?

A tal proposito, è opportuno ricordare che l’assessorato alla mobilità urbana aveva ricevuto dal Consiglio Circoscrizionale alcuni importanti suggerimenti per cercare quanto meno di lenire i disagi agli automobilisti, come per esempio (fra i più importanti):

  1. 1. invertire il senso di marcia fra la via Centonze e la via Risorgimento al fine di evitare l’imbuto sulla corsia mare-monte proprio all’inizio dello spartitraffico in questione;
  2. 2. utilizzare la corsia preferenziale di via Catania, in direzione sud-nord nel tratto compreso fra villa Dante e viale Europa, per consentire un maggior deflusso viario verso il centro;
  3. 3. autorizzare la svolta a sinistra verso il viale Europa alle autovetture provenienti dalla via Enzo Geraci che si immettono sulla via Cesare Battisti.

Ebbene, finora, nonostante sia sotto gli occhi di tutti lo scompiglio di mezzi in corrispondenza della rotatoria specie nelle ore di punta (aggravato dall’attuale inibizione ai mezzi pesanti del viale Boccetta) e vista l’imminente riapertura delle scuole che certamente contribuirà a rendere ancora più caotica l’arteria (e insicura nell’ambito della protezione civile), nessuna di queste proposte è stata ancora presa in esame!

Pertanto, alla luce di tutto ciò, CHIEDO all’assessore alla viabilità Capone di valutare la possibilità di eliminare lo spartitraffico che veicola le autovetture dalla corsia mare-monte di viale Europa verso la via Cesare Battisti, ovvero, in subordine, di accogliere le proposte migliorative sopraelencate.