16 Settembre 2009

Tribunale: sit in protesta degli addetti alle catalogazioni e registrazioni senza stipendio da mesi

E'  in corso questa mattina, davanti al Tribunale di Messina, un sit in di protesta degli addetti alla catalogazione e registrazione degli atti giudiziari che fanno capo alla Meeting sud. La manifestazione, analogamente a quanto sta avvenendo in ogni provincia della Sicilia e della Calabria, si inquadra nelle iniziative organizzate dalla Fiom Cgil per denunciare il disagio dei lavoratori senza retribuzioni da diversi mesi.  "Disagio- osserva Enzo Sgrò segretario generale della Fiom Messina- aggravato dall'atteggiamento ostruzionistico messo in atto dall'azienda che non ha inteso addivenire a qualsivoglia accordo rispetto ai pagamenti, ma anche riguardo il processo di Cassa Integrazione avviato e non concordato con il Sindacato".

Al sit-in hanno preso parte tutti gli addetti che sono occupati presso i Tribunali della provincia (circa 20 unità) e delegazioni provenienti dalle province più vicine. La Meeting gestisce, su appalto conferitole dal Ministero di Grazia e Giustizia, l'attività di registrazione delle udienze, la catalogazione, la fascicolazione, presso i tribunali dell'Italia Settentrionale e Meridionale (con il rinnovo dell'appalto il Centro Italia è stato assegnato ora ad altra azienda). "Proprio a seguito della mancata rassegnazione dell'intero appalto la Meeting ha avviato una CIGS per ristrutturazione nel mese di luglio, discussa al Ministero del Lavoro su nostra richiesta- spiega Sgrò- , ma si è sempre negata da allora ad un confronto circa l'applicazione della stessa (rotazione del personale, formazione, articolazione territoriale…) generando disorientamento, malumore e proteste dei lavoratori addetti, quasi tutti part-time e con contratto di apprendistato e costretti quasi sempre ad accollarsi ore aggiuntive non riconosciute e anticipazione delle spese di viaggio".