21 Settembre 2009

Il Benessere Interno Lordo delle province italiane

di Sostine Cannata

Tratto da: www.migliorblog.it

Il Sole 24 Ore fa la fotografia del PIL del benessere (BIL) prendendo a modello il Rapporto Stiglitz, che va oltre i criteri tradizionali per misurare il Pil di un paese. Lo studio è stato realizzato dal Sole 24 Ore con il Centro Studi Sintesi, facendo propri i criteri stabiliti da una commissione presieduta da Stiglitz e incaricata da Sarkozy di individuare dei nuovi indicatori capaci di misurare lo stato dell’economia della Francia. Con questi nuovi indicatori, tendenti a valutare il “benessere pluridimensionale”, la “ricchezza” viene distribuita per il Paese diversamente e una provincia come Milano che ha il record del PIL si ritrova in questa graduatoria del “BIL” al 37° posto.

Prima risulta essere Forlì-Cesena con 170,4 punti, seguita da Ravenna e ancora, in ordine di “benessere”, Firenze, Siena, Verona, Pesaro Urbino, Ascoli Piceno, Rimini, Ancona e decima Macerata, quest’ultima con 153,5 punti. La Capitale è al 79° posto con 85,8 punti.

La prima provincia del sud è Matera al 42° posto con 111,5 punti. La prima provincia siciliana è Enna all’88° posto seguita da Messina all’89° con 73,7 punti. La prima calabrese in classifica risulta essere Cosenza al 63° posto con 96,1 punti.

Sei delle ultime dieci della classe di 103 sono siciliane, Ultimissima la provincia di Siracusa con 44,5 punti, preceduta da Caltanisetta. Palermo e Catania rispettivamente al 98° e al 97° posto.

La media del punteggio di questa classifica un po’ sui generis è 100 e tutti quelli che stanno al di sotto di tale media non superano l’esame, ovvero solo 56 province su 103, il 54% supera la prova e il 46% del bel Paese è rimandato.

Le classifiche nella loro interezza, nonché la metodologia di calcolo sono visionabile sul sito del Sole 24 Ore