21 Settembre 2009

SISMA: PRIMO GIORNO SCUOLA ALL’AQUILA

Tratta da: www.laquilanuova.org

L'AQUILA - Circa un'ora per entrare in città, lunghe file e traffico in tilt in prossimità delle scuole riaperte, soprattutto nel polo scolastico di Colle Sapone. Dalle prime stime, poca l'affluenza degli studenti alla riapertura dell'anno scolastico all'Aquila, città simbolo del drammatico sisma del 6 aprile scorso. Un ritorno a scuola che nella zona del cratere del terremoto è scaglionato fino al 5 ottobre. Riguardo l'affluenza, un bus navetta partito nelle prime ore del mattino da Alba Adriatica per trasportare i ragazzi rimasti con le famiglie sulla costa per indisponibilità delle case, è giunto all'Aquila intorno alle 9 con soli 3 giovani a bordo. Nel primo giorno di scuola disagi ci sono per i doppi turni. Dalle prime ore del mattino, nel polo scolastico di Colle Sapone, il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, e l'assessore alla mobilità, Pierluigi Pezzopane, in alcuni momenti hanno gestito direttamente le operazioni per snellire il traffico. All'Aquila in campo tutti i vigili urbani, comprese le unità giunte da Roma per rafforzare il presidio. Il prefetto dell'Aquila, Franco Gabrielli, nel corso di un'ispezione fatta nelle scuole riaperte ha sottolineato le criticità causate dal traffico in tilt. Sono stati numerosi i genitori che hanno accompagnato i propri figli per controllare lo stato degli edifici ristrutturati. Alcuni presidi si sono detti soddisfatti dell'inizio dell'anno scolastico, sottolineando che questi primi giorni saranno dedicati soprattutto alle esercitazioni sulla sicurezza, tenute insieme a volontari, vigili del fuoco e addetti alla Protezione Civile, che stanno presidiando ogni istituto riaperto proprio per rassicurare i giovani dopo i traumi causati dalle scosse di terremoto. Tra gli studenti, almeno apparentemente, non si sono evidenziati sentimenti di timore o paura (ANSA)