22 Settembre 2009

Sempre più critiche le condizioni degli ERSU di Enna e Messina

La F.P. CGIL  in occasione dell’incontro svoltosi in data 17/09/09 con l’Amministrazione Regionale della Pubblica Istruzione, convocato per concertare la riorganizzazione degli ERSU di Enna e Messina, ha sottolineato l’esigenza di ricondurre a normalità l’organizzazione e il funzionamento di tutti gli ERSU siciliani. "In tale sede è stata esposta la grave situazione in cui versa l'Ersu di Messina, senza Direttore nè Consiglio di Amministrazione- dichiara Clara Crocè, Segretario Generale della FP CGIL- da otto mesi, dalla messe in quiescenza del Direttore, l’intera gestione dell’Ente è stata affidata ad un Dirigente privo di delega per l’intera gestione dell’Ente". "Il Consiglio di Amministrazione è decaduto da ormai un anno circa e ciò non permette il normale svolgimento dei compiti istituzionali. L'attività viene continuata dal secondo Commissario Straordinario appena nominato".

Data la situazione è necessario dunque bandire le procedure concorsuali per la nomina del direttore e degli altri Organi di Governo, fare funzionare la Commissione regionale per il diritto allo studio universitario, e infine definire l’assetto organizzativo e le dotazioni organiche. images"Se il Dipartimento Regionale della Pubblica Istruzione andasse avanti nella strada che ha intrapreso, si assumerebbe una grande responsabilità perché, volontariamente, malgrado le osservazioni prodotte abbondantemente giorno 17 dalla FP CGIL- dichiara Giancarlo Salzano responsabile del Dipartimento contrattazione della FP Sicilia - dimostrerebbe di voler ignorare non solo l’assetto normativo vigente ma anche i contenuti di un apposito parere, richiesto e reso nel 2007 (n.192), dell’Ufficio legislativo e legale della Regione".