23 Settembre 2009

Porta il cagnolino in spiaggia, multa da 1.047 euro a Senigallia: “Boicottiamola”, é l’appello degli animalisti

52118_4804ab679b62d1c5f32967037

Quella che doveva essere una semplice passeggiata in spiaggia con la propria nipotina ed il piccolo cane di razza pincher nano si è trasformata in un vero e proprio incubo per un cinquantenne di Senigallia, che si trova ora a distanza di due anni dal giorno della contravvenzione a dover pagare una multa di 1.047 euro comminata dai vigili di Senigallia ridente cittadina marittima in provincia di Ancona.

La multa è stata comminata con la seguente motivazione: "In quanto conduceva il proprio cane di razza 'chiuaua', taglia piccola, colore marrone, tenendolo al guinzaglio lungo la battigia sulla spiaggia di questo comune, nei pressi del lungo mare Mameli antistante il civico 251 (dove abita il multato) nonostante il divieto imposto".

E' chiaro, nota l'Aidaa che denuncia il fatto, che si tratta di "un'aberrazione e di una applicazione restrittiva degli articoli del regolamento per l'utilizzazione del litorale marittimo per finalità turistiche e ricreative del comune di Senigallia e di una interpretazione la cui validità verrà sottoposta al locale Giudice di Pace nei prossimi giorni".

Oltre al sostegno al malcapitato, l'Aidaa invita tutti i turisti che hanno un cane a "boicottare Senigallia e a scegliere altri lidi per passare le loro prossime vacanze". (Apcom)