25 Settembre 2009

Mafia: Pg, Mangano in casa Berlusconi per interessi boss

Requisitoria, attivita' stalliere diversa da quella ufficiale

Tratta da: http://filcusum.files.wordpress.com

'Vittorio Mangano fu assunto ad Arcore per coltivare interessi diversi da quelli ufficiali'. Cosi' il Pg al processo a Marcello dell'Utri. Il senatore e' imputato di concorso esterno in associazione mafiosa, e' stato condannato in primo grado a 9 anni. Stamani il Pg ha affrontato il tema dello 'stalliere di Arcore': 'Non solo Mangano di cavalli e coltivazioni non sapeva nulla, ma se guardiamo i suoi precedenti penali, i suoi interessi erano di tutt'altra natura che agricoli'. E ancora, 'Ma davvero - si e' chiesto il Pg - non fu possibile trovare in Brianza persone capaci di sovrintendere alla tenuta di Arcore? Davvero dall'estremo nord ci si dovette spostare a Palermo per trovare una persona che non conosceva la zona e le coltivazioni brianzole?'. Dell'Utri non e' presente in aula. Ad ascoltare l'atto d'accusa del pg - la requisitoria - ci sono i difensori dell'imputato, gli avvocati Nino Mormino, Giuseppe Di Peri e Pietro Federico. (ANSA)