Estorsioni: due arresti a Marsala (TP)

marsala-4

I carabinieri hanno arrestato 2 estorsori in flagranza di reato a Marsala (TP), mentre stavano ritirando la tangente da un imprenditore. L'operazione e' stata possibile grazie alla denuncia della vittima, un imprenditore marsalese stanco di subire le vessazioni del racket del pizzo.

In carcere, con l'accusa di estorsione aggravata dall'aver agevolato la mafia, sono finiti Vincenzo De Vita, figlio del boss latitante Francesco, e Paolo Internicola. L'imprenditore da agosto era sotto sorveglianza. (Ansa, 1 ottobre)