MATTEOLI, INDISPENSABILE PONTE

6

"Io sono convinto che realizzare il Ponte sullo Stretto, voglia dire, a cascata, realizzare anche Infrastrutture indispensabili per la Calabria e la Sicilia".
Così il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli, a Genova per l'inaugurazione del Salone Nautico Internazionale, ha risposto a chi gli domandava se la tragedia avvenuta a Messina potesse determinare una svolta nella realizzazione di grandi infrastrutture. "Comunque - ha aggiunto il ministro Matteoli - il ponte non si fa con soldi pubblici ma con soldi privati e attraverso il project e quindi non sono dirottabili per realizzare opere di altro tipo. Bisogna stare con i piedi per terra, nonostante mi renda perfettamente conto di questo momento emotivo anche perché ci sono dei morti. La realtà, però, è questa e io ho il dovere di fare i conti con la realtà.

(nota del direttore: la parola "cascata" Matteoli avrebbe potuto evitarla, parlando di Messina, dopo la cascata di fango, detriti, pietre, terriccio, acqua, arbusti, massi...)