Disastro Messina: Sovrintendenza, noto da 1600 area a rischio

(Agi)  -  Non e' una novita' che l'area devastata dalle frane e dagli smottamenti dopo l'alluvione di giovedi' sera nel messinese e' a forte rischio idrogeologico. A sottolinearlo, l'architetto Antonino Rotella della sovrintendenza di Messina. "Un documento del 1600 che abbiamo nel nostro archivio", riferisce l'esperto, "parla dello spostamento di una pala di altare nella chiesa di San Nicola di Giampilieri superiore a causa di uno smottamento collinare dopo un nubrifagio". E ha spiegato: "Questo vuol dire quindi che l'uomo ha perso la memoria storica e il buon senso a causa della sua presunzione. Costruiamo dappertutto, anche sugli arenili e sui letti dei torrenti, senza considerare nulla".