Messina: oltre Berlusconi oggi contestati anche Lombardo e Matteoli

lombardo_raffaele02Il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo é statoaltero-matteoli contestato al suo arrivo alla Prefettura di Messina. Un gruppo di residenti ha urlato al governatore "Ci vogliono i morti per agire e fare qualcosa"; mentre esponenti della Rete No Ponte, con striscioni e bandiere, hanno gridato che "il ponte serve solo a distruggere le case e la terra di Sicilia". Rabbia e contestazioni sotto gli ombrelli perché a Messina continuava a piovere ad intermittenza.
  Anche il ministro ai Trasporti e Infrastrutture Altero Matteoli è stato contestato al suo arrivo alla Prefettura di Messina al grido "Assassini". I cori di protesta provengono da una cinquantina tra residenti e militanti di gruppi che si oppongono al ponte sullo stretto. Sui cartelli la scritta "Mai piu' vittime per la sicurezza", mentre continuano a sfilare in Prefettura le auto blu di autorità 'minori' tra grida e cori. (Agi News On)