Messina: miracolo Berlusconi, case in 4-5 mesi, ovvero in quattro e quattr’otto

di Sostine Cannata

Per Matteoli l'alluvione e' sì un disastro ma il ponte s'ha da fa'

Gli Inauguratori (www.lavocedelnordest.it)

Intervistato dal Giornale Radio Rai, il Presidente del Consiglio ha dichiarato che in 4-5 mesi le case saranno ricostruite, non importa dove, impiegando il “Modello L’Aquila”, che fa venire in mente il più famoso “Modello Giuditta” di Benigni, e che ci saranno degli stanziamenti per la messa in sicurezza del territorio.

Non avrà voluto fare riferimento ai 110 milioni di euro destinati per quest’anno al Ministero dell’Ambiente, che solo tre anni fa erano 500 e il prossimo anno saranno 90? Berlusconi ha aggiunto che la situazione delle zone alluvionate è un disastro, ma che poteva andare anche peggio. Dichiarazione del genere “Di male in peggio non c’è mai fine!”.

A condire il tutto con un pizzico di sana ironia è intervenuto il Ministro per le Infrastrutture Matteoli, con una dichiarazione che tradotta vuol dire che niente può fermare la costruzione del Ponte sullo stretto di Messina, né dieci, né cento, né mille morti.