Mafia, Di Pietro: Ero nel mirino, andai all’estero sotto copertura

ANTONIO DI PIETRO

"Mi arrivò una nota dei Ros che diceva che dopo Falcone e Borsellino il terzo ero io. Fui mandato fuori dall'Italia con un nome diverso e un passaporto di copertura perchè mi volevano far fuori". Lo rivela Antonio Di Pietro, ospite di Annozero, che aggiunge: "A me mi hanno avvertito in tempo, a Borsellino non lo hanno avvertito in tempo oppure essendo stato avvertito in tempo, non sono andati a vedere cosa c'era sotto la casa della madre".

L'ex pm rivela anche che "a nome Marco Canale, io e mia moglie andiamo a finire in un Paese dell'Amercia centrale, in Costarica. Siccome non mi fidavo nemmeno di quelli che mi avevano dato il passaporto, sono andato a Francoforte, poi a Copenghen e poi a Caracas e a spese mie in Costarica. 'Mi sdraio in spiaggia e sento uno - racconta ridendo - che mi dice 'dottor Di Pietro'". (Apcom)