Messina: Lettera del Sindaco di Novara di Sicilia al Ministero dell’Ambiente sul tema ‘tariffa TIA Ato1 ME’

Novara%20(1) “Ho appreso dagli organi di stampa, che è stato presentato un esposto per al richiesta di riesame in autotutela avverso la TIA (Tariffa Igiene Ambientale) applicata dall'ente gestore ATO 1 ME S.p.A., della quale fanno parte, in qualità di soci, 33 Comuni della zona tirrenica in provincia di Messina.

Dai rilievi tecnici descritti dal dott. Antonio Cogode (che risulta essere peraltro attuale revisore dei conti del nostro ente) emergono a carico del suddetto gestore rilevanti e presunte irregolarità amministrative, finanziarie e fiscali che, se confermate, si rifletterebbero sia sulla comunità di Novara di Sicilia, che rappresento, sia su intere cittadinanze della provincia di Messina.

I cittadini di questo Comune, socio dell'ATO ME S.p.A., pagano infatti i propri tributi TIA maggiorati di IVA.cassonetti-761366

Inoltre, l'applicazione delle tariffe caricate nelle fatture ai miei cittadini, in analogia a quanto riportato nell'articolo che si allega, potrebbero non essere conformi e rispondenti ai servizi effettuati. Pertanto, in via cautelativa, con il presente comunicato, CHIEDO alle SS.LL. In indirizzo segnate, in assenza del regolamento attuativo per la determinazione della tariffa (art.238, comma 6, D. Lgs. 152/2006) di disporre le necessarie attività di controllo a tutela della cittadinanza del mio Comune ed al fine di evitare eventuali sprechi finanziari.”

Questa la lettera del Sindaco di Novara di Sicilia, Michele Truscello, indirizzata al Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, alla Sede Nazionale della Legautonomie, alla Lega Siciliana delle Autonomie Locali ed al Direttore dell'Agenzia delle Entrate di Messina.