11 Ottobre 2009

Napolitano: Incidenti lavoro sono inaccettabili in società civile

GIORGIO NAPOLITANO

Il fenomeno degli incidenti sul lavoro rimane dolorosissimo, inquietante e inaccettabile per una società che voglia dirsi civile". E' quanto afferma il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in un messaggio inviato al presidente dell'associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro, Franco Bettoni, in occasione della giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro.

"L'odierna celebrazione - dice Napolitano - ci sollecita ancora una volta a riflettere su quante vittime e quanti infortuni potrebbero essere evitati con una sempre più efficace azione di prevenzione e con la rigorosa e puntuale applicazione delle norme e delle misure tecniche e organizzative già ora disponibili".

Oggi l'Anmil, attraverso le proprie sedi presenti in tutte le province italiane, celebra la 59esima Giornata dedicata alle vittime del lavoro, istituzionalizzata nella seconda domenica di ottobre, con direttive del Presidente del Consiglio dei Ministri dal 1998. Alla manifestazione nazionale, prevista a Verona, intervengono il ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi; il vicepresidente commissione morti 48a018d2c5962_zoombianche Paolo Nerozzi; il presidente Inail Marco Fabio Sartori e il direttore generale Rita Chiavarelli, il presidente Ipsema Antonio Parlato; il presidente comitato tecnico per la sicurezza Confindustria Salomone Gattegno; il vicepresidente della Confartigianato Claudio Miotto; il segretario generale Ugl Renata Polverini; il segretario confederale Cisl Pietro Cerrito; il segretario confederale Uil Paolo Carcassi; il segretario confederale Ugl, Nazzareno Mollicone; Ludovico Ferrone responsabile coordinamento salute e sicurezza Cgil.

Ad oggi nel nostro Paese sono oltre 800.000 gli invalidi del lavoro e quasi 130.000 le vedove e gli orfani per i quali è necessario prevedere una più equa tutela rispetto a quella finora garantita a causa di una legge obsoleta e inadeguata, quale il Testo Unico Infortuni che risale al 1965. Il Manifesto della 59esima giornata è stato realizzato da Riccardo Venturi, fotoreporter di Contrasto e autore di tutte le straordinarie immagini della Mostra fotografica "NO! contro il dramma degli incidenti sul lavoro", ideata e promossa dall'Anmil in collaborazione con l'Inail, che sta girando l'Italia come campagna di sensibilizzazione sul tragico tema degli incidenti sul lavoro. La mostra, attualmente a Padova, si trasferirà a Siena dove verrà inaugurata il 15 ottobre nel Palazzo di S. Maria della Scala.

(Apcom)