12 Ottobre 2009

Napolitano: un dovere il rispetto verso la Consulta

re212yqcX_20091012

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano avverte: 'Il rispetto dell'indipendenza della Corte Costituzionale e dei suoi giudici è doveroso per tutti'. Un rispetto, precisa in una nota diffusa dal Quirinale, che 'ha rappresentato una costante linea di condotta per qualsiasi Presidente della Repubblica'. La promulgazione del Lodo Alfano, si sottolinea inoltre, 'comunque motivata, non poteva in nessun modo costituire "garanzia di  giudizio favorevole" della Corte in caso di ricorso'.

Consulta che ha tra l'altro perfettamente individuato, nella propria sentenza sul 'caso Previti', un equilibrio fra esigenze processuali e delle alte cariche dello Stato. E' quanto trapelato in ambienti vicini alla Corte Costituzionale. In quella sentenza, la Corte scrisse che, nel caso un imputato sia anche componente di un ramo del parlamento, il giudice ha 'l'onere di programmare il calendario delle udienze in modo da evitare coincidenze con i giorni di riunione degli organi parlamentari'.

(Ansa, 12 ottobre)