13 Ottobre 2009

La natura vomita fango e…verità

Cos’altro ancora deve colpire questa terra, stuprata più dagli uomini che dalla natura, per togliere la parola alla signora “MENZOGNA"? Sono disgustata, ed auspico, anche tanti onesti lettori ed ascoltatori. Giornali, televisioni, note di associazioni,  bla bla e quant’altro, hanno saccheggiato una tragedia immane per portare acqua... a chi? Certamente non alla verità che, scandalosamente, è stata seppellita in compagnia dei morti e dei dispersi: la trasmissione di domenica scorsa su RAI UNO “ L’ARENA “ di Giletti non ha tradito le aspettative. Parole smozzicate al vento, alibi inconsistenti, protagonismo del nulla, oscuramento per chi si accostava alla verità SIC! Andiamo ai fatti concreti, citandone solo alcuni :

- Dove sono finiti i soldi stanziati dopo l’alluvione del 2007 ?

- Che fine hanno fatto i rilievi tecnici sul territorio per i quali presumo che siano stati corrisposti lauti compensi agli esperti incaricati, a meno che ……fin da allora…non vi abbiano spontaneamente rinunciato. E le segnalazioni di cittadini allarmati del degrado registrato nel proprio contesto abitativo, rivolte agli ENTI e fors’anche alla Autorità Giudiziaria ?

Dulcis in fundo ….per quale motivo la regione Sicilia ha restituito alla Unione Europea circa il 40% di fondi stanziati - Agenda 2000- ( ho letto che il motivo risiede nella mancata presentazione dei relativi progetti da partedegli ENTI responsabili ). Potremmo continuare all’infinito nella elencazione delle omissioni ad ogni livello istituzionale. In compenso , i grattaceli svettano, i cantieri crescono, anche sui torrenti, legittimati dal macroscopico tabellone che registra numero e data della concessione edilizia, nominativo del progettista, del collaudatore etc. Dante, pur nella memoria affievolita, mi soccorre per la risposta a tanto scempio del territorio e della coscienza umana : - vuolsi cosi colà ove si puote ciò che si vuole e….più non dimandare.

D091003185910 abitazione fangoott.ssa Maria Giannetto (funzionario Provveditorato agli Studi di Messina referente di protezione civile per la scuola)