14 Ottobre 2009

ALLUVIONI: STUDIO DEL CNR, LA CALABRIA FRA LE REGIONI PIU’ A RISCHIO

Tratta da: www.poggisub.it

Un evento alluvionale con risvolti catastrofici come quello di recente accaduto a Messina potrebbe verificarsi in molte aree d'Italia, dato che, evidenzia uno studio dell'Istituto per l'ambiente marino costiero del Cnr a Napoli, circa il 40% delle coste del Bel Paese ha problematiche geologiche identiche e quelle del messinese.

Lo studio dell'equipe di Crescenzo Violante dell'Iamc-Cnr e' basato, con una metodologia d'approccio innovativa, sulla cronologia, la dinamica e il grado di severita' degli eventi alluvionali italiani a partire dal 1581, ricostruendoli anche attraverso relazioni tecniche, materiale fotografico e iconografico, atti notarili e giornali, ma integrando il materiale con dati marini e rilievi terrestri.

Sotto esame il cattivo rapporto tra sviluppo antropico e sostenibilita' ambientale che caratterizza le aree costiere. In piu' di un terzo delle coste italiane, il territorio e' caratterizzato da versanti altamente urbanizzati, incapaci di smaltire i prodotti dell'erosione in occasione di piogge intense, con torrenti e fiumare spesso tombati.

I fenomeni di alluvione erano in passato meno intensi, e quindi c'era un'apparente stabilita' del sistema, proprio perche' le portate idriche di questi torrenti non venivano improvvisamente incrementate da precipitazioni abbondanti. Campania, Calabria, Sicilia e Liguria sono le regioni piu' a rischio secondo il Cnr. Lo studio curato da Violante e' stato pubblicato lo scorso agosto in un volume della Geological society of London. (AGI)