23 Ottobre 2009

IL MUSEO TEDESCO DELLA LETTERATURA NON RESTITUIRA’ A ISRAELE IL MANOSCRITTO DE “IL PROCESSO” DI KAFKA

Tratta da: www.aski.org
Il manoscritto di "Der Prozess"

Il Museo tedesco della letteratura moderna non restituira' a Israele il manoscritto del "Processo" di Franz Kafka. Lo ha riferito "Haaretz".

L'Archivio nazionale israeliano sostiene che fu venduto illegalmente ai tedeschi da Esther Hoffe, ex assistente dell'amico del grande scrittore ceco Max Brod. Ma il Museo, che ospita il manoscritto a Marbach, ha replicato che l'acquisto nel 1988 avvenne in un'asta pubblica, senza reclami, e ha aggiunto che per quanto se ne sa Brod lo aveva lasciato alla Hoffe. Kafka sul letto di morte aveva chiesto che i suoi manoscritti fossero bruciati. Ma Brod, quando nel 1939 riusci' a scappare da Praga per la Palestina, si porto' tutti gli originali in una valigia. Quando Brod mori' nel 1968 a Gerusalemme fu la segretaria, Esther Hoffe a ereditare le carte di Kafka. Nel 1988 la Hoffe mise all'asta a Londra il Processo che fu acquistato dall?Archivio della Letteratura Tedesca per due milioni di dollari. Israele sostiene che trattandosi di un bene culturale di eccezionale valore il manoscritto non poteva essere venduto all'estero. (Agi)