23 Ottobre 2009

IMPRENDITORE ANTIRACKET DI CATANIA A GIUDIZIO PER SIMULAZIONE REATO

L'imprenditore antiracket Andrea Vecchio, presidente dell'Ance di Catania e da anni autore di denunce contro gli estortori e vittima di numerosi attentati nei suoi cantieri edili, sara' processato per simulazione di reato.

I sostituti procuratori della Repubblica di Catania Agata Santonocito e Giovannella Scaminaci hanno chiesto il giudizio immediato, che sara' celebrato davanti al giudice monocratico a partire dal primo giugno 2010. L'inchiesta si riferisce a una delle denunce di Vecchio, che aveva seganalato di aver ricevuto al telefono di case numerose chiamate da qualcuno che poi restava in silenzio, chiamate da lui interpretate come intimidazioni. Da riscontri effettuati dai carabinieri sui tabulati telefonici non sarebbe stato pero' trovato alcun riscontro di quanto denunciato dall'imprenditore. (Agi)