24 Ottobre 2009

IL MALTEMPO SFERZA IL SUD

Il maltempo continua a colpire duramente il Mezzogiorno. La Sicilia risulta la regione piu' colpita.

Tratta da: www.labottegaditerry.it

Le Eolie sono ancora isolate. Da ieri pomeriggio le sette isole sono prive di collegamenti marittimi. L'unico mezzo che ha spezzato l'isolamento e' stato il traghetto 'Brigde' della Ngi partito da Milazzo alle 21 per le Eolie e poi rientrato nel cuore della notte nella citta' mamertina. In precedenza la nave della Siremar delle 18.30 non aveva mollato gli ormeggi. Il mare in tempesta e' stato anche sfidato dal traghetto della Siremar 'Laurana' partito ieri sera da Napoli, mentre alle 10 da Lipari colleghera' Milazzo. Sulle Eolie soffia un vento da nord-ovest con mare agitato forza 4-5.

Aliscafi e traghetti cosi' sono fermi nei porti. Da quasi due giorni sono isolate Stromboli, Ginostra, Panarea, Alicudi e Filicudi. Il calvario per gli isolani e per i gruppi di turisti presenti dunque continua. Nel porto di Pignataro si sono rifugiati tutti i pescherecci.

A causa di una frana abbattutasi sui binari a seguito del maltempo di questi giorni, dalle 9.20 di stamattina la circolazione ferroviaria e' stata sospesa tra le stazioni di Tusa e Santo Stefano, sulla linea Palermo-Messina. La contemporanea chiusura dell'autostrada e della strada statale non consente a Trenitalia di attivare il servizio di trasbordo dei viaggiatori con autobus. I tecnici di Rete ferroviaria italiana sono al lavoro per liberare la sede ferroviaria e ripristinare la circolazione.

Decine di allagamenti, auto danneggiate e alberi sradicati da forti raffiche di vento hanno contrassegnato un'altra nottata, soprattutto nella citta' di Palermo. I vigili del fuoco, dalla mezzanotte fino alle 4.30, sono stati chiamati da automobilisti in difficolta' e da cittadini che hanno segnalato danni e allagamenti. Alberi abbattuti dalle raffiche sono finiti sulle vetture in sosta a Mondello, in via Sacra Famiglia e in via Cluverio. Il sottopasso di via Belgio - direzione Palermo - e' stato chiuso al traffico in quanto completamente allagato.

Altri allagamenti nelle borgate di Partanna e Mondello, in via Lanza di Scalea e in viale dell'Olimpo. Dalla Capitaneria di porto, infine, raccomandono pridenza ai diportisti in quanto il mare e' forza 6-7.

Nel foggiano vigili del fuoco e carabinieri sono al lavoro per recuperare un'auto finita in un torrente nei pressi del casello dell'A14 di Poggio Imperiale. Sembra che le vettura mentre percorreva la provinciale 35 tra S.Marco in Lamis e S.Severo abbia sbandato a causa dell'acqua, ribaltandosi piu' volte e finendo quindi nel torrente. Si pensa che almeno una persona sia all'interno dell'automezzo. A dare l'allarme e' stato un cacciatore che ha visto l'auto travolta dall'acqua.

La pioggia, che da ieri pomeriggio imperversa nel vibonese, ha provocato degli allagamenti e qualche smottamento, costringendo i vigili del fuoco ad una serie di interventi.

Allagato il sottopassaggio della statale 18 Vibo Valentia - Mileto, di fronte ad un ipermercato. A Briatico, lungo la costa, i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per svuotare una sorta di laghetto che si era formato lungo la foce di un torrente. Allagate anche le case popolari di Tropea e la piazza di Zaccanopoli, mentre a Parghelia e' crollato un sentiero che ha ostruito la strada che porta alla frazione Fitili. (Agi)