25 Ottobre 2009

la vera voce della Calabria che non si rassegna

Ericusa veliero di Patrizia Grieco (www.patriziagrieco.it)

"Possente, la vera voce della Calabria che non si rassegna, reattiva", così il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, al termine della manifestazione di Amantea per chiedere che si intervenga sulle emergenze ambientali della Regione, dalla nave dei veleni alle discariche con rifiuti radioattivi, il quale ha preso parte accanto a migliaia di calabresi. "Sento dire cose senza senso, secondo cui così si creano allarmismi. Ma i calabresi - afferma Loiero - hanno diritto di sapere e questa risposta la deve dare lo Stato perché noi siamo andati oltre le nostre competenze". "Chi parla di allarmismi - prosegue il presidente - per compiacere i nuovi padroni avrebbe dovuto essere qua, oggi, assieme a questa gente preoccupata che esige risposte chiare e definitive. Allora avrebbe capito". "D'altra parte - spiega Loiero - la Jolly Rosso, l'interramento di bidoni nell'area di Aiello, le navi affondate, le scorie di Crotone non ce le siamo inventati nessuno ed è necessario tranquillizzare i cittadini, sapere come realmente stanno le cose". Il presidente Loiero ha fatto notare che ci sono molte questioni da chiarire. "Non si può chiudere gli occhi. Se poi non ci sarà nulla saremo tutti felici e contenti, ma non si può attendere nell'angoscia. Altro che allarmismi, bisogna - ha concluso - che il governo centrale faccia subito e fino in fondo il proprio compito".