26 Ottobre 2009

Abitanti di Giampilieri rivendicano il legame verso la propria terra

I membri del neo-comitato "FRANA_bigSalviamo Giampilieri”, ragazzi, uomini, donne che in quei luoghi sono nati e cresciuti, vogliono essere ascoltati. Il loro desiderio è di non essere sradicati dalla propria terra come hanno ricordato nel corso dell’assemblea tenutasi nell’istituto “Leonardo Da Vinci” di Giampilieri superiore, attualmente adibito a sede del Coa, dove tutti gi abitanti sono stati concordi nell’affermare che “ancora regna grande incertezza sulle modalità di gestione e di risoluzione dello stato di emergenza, non sussistendo alcun provvedimento concreto che di fatto ponga in essere una adeguata sistemazione delle popolazioni sfollate in apposite abitazioni, né è stata fatta chiarezza sul contributo previsto a favore di “coloro che non hanno una autonoma sistemazione” circa i soggetti destinatari, i tempi e le modalità di erogazione dello stesso”. “Presupposto indispensabile – affermano - per la ripresa della vivibilità del paese, per il suo ripopolamento, per la ripresa delle attività commerciali oggi devastate e per la speranza di un futuro per i giovani là dove avevano messo le loro radici.