27 Ottobre 2009

Gioveni: “il torrente Bisconte-Cataratti è una fogna in piena”

fogna-milioti-3Ha da sempre rappresentato un’incognita, ma il fatto che adesso vi scorra anche una fogna a cielo aperto, rasenta i limiti della sopportabilità! Non ci sono veramente parole per descrivere il degrado ambientale che imperversa lungo il torrente Bisconte-Catarratti! Nelle ultime settimane, Palazzo Zanca aveva effettuato alcuni interventi di pulizia e bonifica dell’alveo, ma le modalità di esecuzione dei lavori si sono rivelati molto discutibili. Infatti, anziché iniziare dalla parte a monte del torrente, le operazioni di pulizia hanno avuto origine solo da un punto determinato dell’alveo, per cui le nuove piogge, che hanno trascinato inerti e spazzatura a valle, hanno praticamente reso vani gli interventi effettuati. Atteso che la bonifica dell’alveo deve essere effettuata iniziando da monte verso valle, occorre evidenziare come questi interventi abbiano causato danni anche alle condotte fognarie. Infatti, attualmente - come si evince dalle foto - un fiume di liquami fognari scorre implacabilmente verso valle, completando un quadro desolante in cui gli esasperati residenti rischiano di contrarre malattie.

Le condizioni igienico-sanitarie, infatti, sono praticamente da “terzo mondo”, tanto che i cittadini della zona sembrano essere già pronti ad inscenare eclatanti forme di protesta! Il vaso ormai è colmo.... L’intera vallata di Camaro attende ormai da decenni la copertura, promessa dalle più disparate amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni! Gli ultimi riflettori sul torrente Bisconte-Catarratti erano state accesi qualche mese fa a Palazzo Zanca allorquando venne illustrato nei dettagli da alcuni tecnici il relativo progetto di copertura e sistemazione idraulica, per il quale occorreva un finanziamento complessivo di 18 milioni di euro.

A questo punto viene da chiedersi:

  1. qual è, in atto, lo stato dell’iter progettuale e amministrativo?
  2. che criteri sono stati utilizzati nelle ultime operazioni di pulizia e messa in sicurezza del torrente?
  3. quando sarà ripristinata la condotta fognaria e ristabilite, quanto meno nella zona a valle, condizioni igienico-sanitarie accettabili?

Sono interrogativi, questi, che giro subito al Sindaco Buzzanca, agli assessori alle Manutenzioni Isgrò e al Risanamento Rao, al fine di fare definitivamente CHIAREZZA sul destino di un’opera che, per i residenti di Bisconte e Catarratti, sta diventando sempre più una “kimera."