28 Ottobre 2009

Ponte sullo Stretto: Ciucci, speriamo fortemente in contributo Ue

accorintiIl piano finanziario che abbiamo fatto in via prudenziale non tiene conto" dei finanziamenti che potrebbero arrivare dalla Commissione Europea. Comunque "speriamo fortemente di ottenere un contributo. Non voglio dire un numero perche' i contributi teoricamente credo possano arrivare fino al 20% per dei progetti prioritari, ma il nostro e' un grande progetto" quindi puntiamo "al contributo massimo che la comunita' europea potra' destinarci, perche' questo non potra' che far bene alla realizzazione dell'opera, proprio perche' un contributo riduce il rischio finanziario della realizzazioni e l'onere che devono pagare gli utenti". Lo ha affermato il presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, a margine della 65* Conferenza del Traffico e della Circolazione in corso a Riva del Garda, parlando del ponte sullo Stretto di Messina e ribadendo che "noi puntiamo al gennaio 2017 per l'apertura al traffico". Inoltre, ha spiegato Ciucci, "dei 6 mld che vale l'investimento del ponte, un terzo, cioe' 2 mld, riguarda le opere a terra che riguardano 40 km di collegamenti stradali e ferroviari. Il piano di monitoraggio ambientale vale un centinaio di milioni di euro".